Login



Don't you have an account? Register to join the fanclub and GGM newsletter, it's free! Non hai ancora un account? Registrati per unirti al fanclub e alla GGM newsletter, è gratis!

Designed by:
SiteGround web hosting Joomla Templates
Dario Ciccioni Interview PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Giovedì 04 Giugno 2009 20:51

Dario Ciccioni Interview



GGM: Sappiamo che hai iniziato a suonare la batteria da ragazzino ci puoi parlare di come ti sei approcciato a questo strumento e a quali artisti ti sei ispirato?


DARIO: Effettivamente ho iniziato molto presto...i miei genitori erano molto appassionati di musica e appena hanno notato che mi piaceva "tamburellare" sui giocattoli mi hanno immediatamente assecondato! Ho iniziato suonando su tutti i dischi che avevo in casa, da Ivan Graziani a Tina Turner, da Battisti ai Beatles...poi è arrivata l'adolescenza, una nuova batteria e le prime cover band. I dischi di riferimento sono diventati Nevermind (Nirvana), Use Your Illusion I e II (Guns'n'Roses), ma anche pezzi storici dei Black Sabbath e Jimi Hendrix. Nel 1997 ho preso parte alla prima formazione prog-metal della mia vita, gli Opera, con cui ho iniziato ad esplorare il mondo del progressive...sono gli anni in cui passavo intere giornate a trascrivere e suonare brani di Dream Theater, Fates Warning, Elegy e Angra. Poi, in una sorta di "ritorno alle radici", ho iniziato a scoprire (riscoprire) le band di 30-40 anni fa, i Kansas di "Point of known return", gli Yes, Frank Zappa e il classico binomio Led Zeppelin/Deep Purple. Negli stessi anni stavo prendendo lezioni da un insegnante di Rimini, la cui sala prove era tappezzata di poster di un certo Simon Phillips...


GGM: Sappiamo che nel 1998 hai conosciuto Daniele Liverani: questo incontro che cosa ha comportato per la tua carriera artistica?


DARIO: E' stato fondamentale per quanto incredibilmente casuale! Dovevamo registrare il primo demo degli Opera, e il nostro tastierista ci consigliò proprio il Fear Studio di Alfonsine, a poche centinaia di metri da casa di Daniele. Mentre registravo le batterie, Daniele è passato dallo studio per parlare con il fonico (stava mettendo a punto il mixaggio del suo primo album solista "Viewpoint" e gli Empty Tremor avrebbero registrato a breve "Eros&Thanatos"). Così si è interessato alla band e si è offerto di darci una mano come produttore. Nei mesi seguenti è sempre stato presente alle prove della band, fino a quando nei primi mesi del 1999 mi ha chiesto di partecipare ad alcuni progetti che aveva in mente. Cosa che ovviamente ho accettato con moltissimo entusiasmo!!

Quindi abbiamo trascorso tutti i weekend per circa un paio di anni chiusi in sala prove, componendo e registrando ore e ore di musica "spontanea"...un vero e proprio "flusso" di idee che nascevano dall'incontro tra l'esperienza e il genio di Daniele e la mia "voglia di giocare" sulla batteria. Quando ci siamo accorti che avevamo riempito la sala prove di bobine, abbiamo deciso che era il momento di organizzare le idee in qualcosa di pubblicabile, Daily Trauma prima e la Genius Rock Opera poi.

GGM: Proprio in questi giorni abbiamo recensito il terzo capitolo della saga "A ROCK OPERA" di Daniele Liverani (Genius). Qual'è stato il tuo ruolo all'interno dell'opera e cosa ne hai tratto?


DARIO: Tutta la trilogia "Genius" è nata da quei famosi week-end musicali di cui ti parlavo...quindi per quanto riguarda le parti di batteria la composizione è stata molto spontanea e non mi sentirei di prendermene il merito...le parti si sono scritte da sole mentre io e Daniele ci divertivamo come pazzi! ;)

Le registrazioni si sono svolte nel 2000/2001, quando non eravamo ancora consapevoli della portata che il progetto avrebbe poi assunto...lavoravamo su dei demo cantati da personaggi della scena locale e volevamo che il tutto suonasse il più "professionale" possibile. Quando poi i ragazzi di Frontiers ci hanno proposto di far partecipare cantanti "importanti", ci è sembrata veramente la realizzazione di un sogno. E così è stato, in fin dei conti.

Se dovessi trarre una morale da questa avventura, direi "Puntate sempre in alto e fate sempre del vostro meglio...non si sa mai!!" ;)


GGM: Tra i numerosi progetti e le varie collaborazioni a cui hai partecipato a quali sei più legato e perchè?


DARIO: Sicuramente la Rock Opera è stato il progetto che mi ha segnato maggiormente, proprio perchè mi ha dato la possibilità di toccare con mano il mondo della musica nella sua totalità, e mi ha permesso di confrontarmi con personaggi dal bagaglio cultural-musicale infinito.

In generale tutte le collaborazioni che ho affrontato mi hanno sempre lasciato qualcosa, sia musicalmente che personalmente.


GGM: Quest'estate abbiamo potuto assistere ad alcune tue performances in occasione dell'apertura dei concerti dei ToTo che si sono svolti a Roma e a Budapest. Come procede la collaborazione con Oliver Hartmann?


DARIO: Procede benissimo! Subito dopo la data di Roma siamo entrati in studio per registrare il nuovo album "Home" (che vedo tra l'altro ottimamente recensito su queste pagine) e ora stiamo facendo un po' di live promotion. Proprio in questi giorni stiamo aprendo i concerti degli House Of Lord in Germania e Svizzera.

Dopo due anni di collaborazione, la band si è consolidata e il sound che abbiamo raggiunto è veramente coinvolgente.


GGM: Hai avuto la possibilità di suonare sullo stesso palco dei ToTo che sensazioni hai avuto e che cosa ha rappresentato per te questa esperienza?


DARIO: Beh, come ti dicevo Simon e i Toto sono nel mio Olimpo da parecchi anni, quindi avere questa possibilità è stato incredibilmente emozionante! Suonare su quei palchi (a Roma è stato veramente MAGICO!) a fianco di quel mostro di batteria e con un pubblico sempre superiore alle 4000 persone...cosa dovrei desiderare di più ;)

Per quanto riguarda Budapest poi, posso dirti di aver scambiato un'oretta di chiacchiere con Simon a cena, una vera lezione di vita!


GGM: Sappiamo che dal 2003 sei endorser ufficiale della Paiste. Per ciò che riguarda invece le batterie che marche preferisci usare durante le registrazioni in studio e durante i tour?


DARIO: Dal 2003 sono endorser per i piatti Paiste e ho un contratto con VicFirth per le bacchette, collaborazioni che mi permettono di approfondire ancor di più le mie conoscenze su questo strumento eccezionale. Per quanto riguarda le batterie ritengo che tutte i maggiori produttori stiano sfornando strumenti di altissima qualità, anche in fasce di prezzo non elevate! Attualmente ho due DW (una era sul palco di Roma con i Toto) e una Drumsound. Con Hartmann suono solitamente su una Tama Rockstar, batteria economica ma incredibilmente valida soprattutto per i live...continua a stupire me e i fonici!


GGM: Cosa fai nella vita quando non sei impegnato a suonare?


DARIO: Negli ultimi mesi mi sto concentrando sulla mia carriera musicale: suono spesso dal vivo e sto iniziando a dare lezioni private di batteria. Mi sono comunque laureato nel 2006 in Biotecnologie e sono iscritto all'albo dei Biologi.

Nel tempo libero mi piace dedicarmi alla grafica...mi diletto a comporre artwork per cd.


GGM: Dando uno sguardo al futuro, che progetti hai?


DARIO: Oltre a continuare l'attività live con Hartmann, a Giugno uscirà il debut- album della nuova prog-metal band TWINSPIRITS, che vede Liverani impegnato alla composizione e alle tastiere, Tommy Ermolli alle chitarre, Alberto Rigoni al basso e Soren "Nico" Adamsen alla voce...consiglio a tutti i lettori di tenere in mente questo nome... ;)

Metteremo on-line qualche preview a breve sul nostro MySpace (http://www.myspace.com/twinspiritsband) dove già potete trovare un video-studio-report della produzione dell'album.


GGM: Vuoi fare un saluto speciale ai fans del ggmstudios?


DARIO: Certo! Ringrazio tutti i fans che erano a Roma la scorsa estate e spero di potervi incontrare di nuovo molto presto!!

A tutti i Toto-addicted: stay LOUD!! :)}

Video: clicca qui

Denise Manzoni Turiano

Copyright ggmstudios.com

 

Mp3 Player

Visit Counter

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter