Login



Don't you have an account? Register to join the fanclub and GGM newsletter, it's free! Non hai ancora un account? Registrati per unirti al fanclub e alla GGM newsletter, è gratis!

Designed by:
SiteGround web hosting Joomla Templates
GGM Studios - Official TOTO Italian WebSite
TRANSITION CONTEST 2013 PDF Stampa E-mail
Scritto da Andrea   
Giovedì 24 Gennaio 2013 20:00

ESTRAZIONE VINCITORI "TRANSITION CONTEST" 2013

Ci siamo finalmente con la tanto attesa estrazione dei vincitori che si son aggiudicati i 5 cd del nuovo album di Luke. Il GGM Staff vuole ringraziare sentitamente tutti coloro che hanno partecipato al contest! Ringraziamo ancora una volta Edel Italia e Mascot Records per la collaborazione in queste attività tanto gradite agli amanti della buona musica.

Tra tutti coloro che hanno partecipato al concorso sono stati estratti i seguenti nominativi:

- Marina S.

- Matteo B.

- Luca C.

- Carlo T.

- Sergio F.

I vincitori sono già stati informati tramite e-mail della loro vincita e lunedì saranno già spediti i relativi premi alle destinazioni forniteci. "Per la legge sulla privacy indicheremo qui soltanto i nomi e l’iniziale del cognome".

Grazie a tutti coloro che hanno partecipato e complimenti ai vincitori……state on line!!!

GGM Staff

 

Ciao ragazzi, anche il 2013 inizia con grandi sorprese! Siamo infatti lieti di annunciare il nuovo contest dedicato a tutti i fan di Steve Lukather! Il GGM Studios infatti, in collaborazione con Edel Italia, mette in palio 5 cd del nuovo capolavoro "Transition" appena uscito in tutti i negozi di musica ed i megastore. Allora, siete pronti per questo nuovissimo contest??!!!!!!!

Questa volta partecipare sarà ancora più facile. Basterà seguire il Regolamento sottostante e tra tutti coloro che parteciperanno al contest verranno selezionati i 5 vincitori attraverso un'estrazione a sorte e i loro nominativi saranno posti nell'homepage del GGM Studios.

Un ringraziamento particolare va fatto ad Edel Italia e a Mascot Records che gentilmente ci supportano per questo tipo di iniziative. Grazie mille!

REGOLAMENTO

1. Clicca sulle pagine ufficiali Facebook del GGM Studios e di Edel Italia "Mi piace". Per coloro che non avessero un account Facebook è possibile partecipare diventando followers della pagina Twitter di Edel Italia

2. Invia poi un e-mail a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. scrivendo nome e cognome del partecipante e da ultimo l'indirizzo per l'eventuale spedizione in caso di vincita (oggetto della mail: Transition Contest).

3. L'estrazione del concorso avrà luogo nella giornata del 05 Aprile 2013.

Sarà cura poi dello Staff del GGM Studios contattare i vincitori e inviare il materiale presso i loro recapiti.

Allora che state aspettando?? Non volete regalarvi la possibilità di vincere anche questo bellissimo album di Luke? Aspettiamo i vostri click!!! In bocca al lupo a tutti...e ricordatevi che per coloro che non vinceranno ci saranno altri contest a seguire.......

GGM Staff

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 05 Aprile 2013 19:40
 
STEVE LUKATHER - TRANSITION REVIEW PDF Stampa E-mail
Scritto da Andrea   
Martedì 08 Gennaio 2013 07:05

ALBUM - TRANSITION

YEAR – 2013

LABEL – MASCOT RECORDS

ALBUM TRACKLIST:

1 Judgement day

2 Creep motel

3 Once again

4 Right the wrong

5 Transition

6 Last man standing

7 Do I stand alone

8 Rest of the world

9 Smile

MUSICIANS:

Steve Lukather - vocals, guitars, production

C.J. Vanston - keyboards, production

Steve Weingart - keyboards

Renee Jones - bass

Eric Valentine - drums

Lee Sklar - bass

Nathan East - bass

John Pierce - bass

Tal Wilkenfeld - bass

Gregg Bissonette - drums

Chad Smith - drums

Tos Panos - drums

Phil Collen - bg vocals

 

ALBUM REVIEW:

 

ENG - Steve Lukather, after "All's Well that Ends Well", which closed with a concept that began with the previous "Ever Changing Times", leaves behind a difficult time in his personal life.

"All's Well that Ends Well" in fact, greatly influenced by the particular period of the legendary Californian guitarist, with excerpts from the texts very thoughtful, wondering about the future rather uncertain and nuances not well defined.

With the new masterpiece, Luke seems to have found the turning point in his life, inner peace finally exit with arrogance, the peace of mind to accept this in the spirit of those who return to see the light through the eyes of a curious child.

The title of the album, "Transition", already expresses itself in all this,a carefree period finally, finally the transition from a dark to a new life.

2012, in fact, was a very busy year and rewarding for Luke, who has spent most of his life as usual "on the road", among many sold out summer tour of Toto, and satisfaction to be part of the legendary G3 with old friends Joe Satriani and Steve Vai The fantastic vintage then saw our protagonist Luke in the Ringo Starr Band: was a dream come true for Steve, since it has always loved the music of the Beatles, a band of reference from the early times. And it is always "on the road" during these last long months of hard work between the stage and the other that comes the new album "Transition", a true slice of life of one of the greatest musicians of all time.

Yes, musicians, because Luke does not only belong to the category of guitarists, but is considered to be a musician all around, since the last masterpiece is written, played, sang, produced, arranged by the same Steve.

And as many great musicians had the genius to surround this project,basically old friends, with whom he shared concerts, emotions on stages around the world as Gregg Bissonette, Chad Smith, Leland Sklar,
Eric Valentine, Steve Weingart , John Pierce, Nathan East, Phil Collen.

The production was then shared with his friend CJ Vanston, a true reference point in recent years to Steve.

The album opens with "Judgement Day" with an intro to the almost psychedelic sounds from Pink Floyd. The warm voice of Steve takes us by hand until you come to an explosive chorus and a guitar solo by chills. The second track is called "Creep motel", basically a piece blues-rock to Luke, the fusion of experience and Los Lobotomys No Substitutions with Larry Carlton: technique, taste, refinement of Luke in better shape than ever are the star once again, the final accompanied by only one that could go on for hours and never get
tired! We come then to slow: "Once again". The classic melodic rock-pop song that invites us to close our eyes, dreaming of a sunset in the background without end, the true serenity of which we spoke earlier. The fourth song is called "Right the wrong": guitars,electronics, choirs, to discover the new face of Steve. Great choirs that form the bridge to a single breathtaking! We then move on to the first of two instrumental tracks, "Transition", which the title track itself. Piece-influenced prog-fusion, where the guitars of Luke are interwoven with stunning keyboards Steve Weingart, up to lead to an unexpected final chorus and a guitar lick to "Do not stop me now" to "Fahrenheit". We then move on to "Last man standing", one of the best songs of the album, very radio-style: could easily be the next smash that passes frequencies in our everyday. The energetic power chords of Luke dominates a groove engaging percussion. The chorus is one of those choruses to sing loudly until you have strength! "Do I stand alone" is the song that perhaps best represents the new Steve's style,a new way to express themselves with jaunty guitar, finding the taste of primordial sound. "Rest of the World" is another blues-rock track that winds through an engaging groove of school all Jeff Porcaro. The album closes with a cover instrumental, "Smile" song by Charlie Chaplin, where the genius of Luke, Steve Weingart and CJ Vanston come together in a deep memory of the mother of Luke, who loved this song.

"Transition" is one of the best albums of Steve, for the lyrics, the arrangements, ideas, and all the new life expressed in every corner, every guitar solo, every note of the new chapter in the story entitled
" Steve Lukather. "

The album will be released in January 21 , 2013 by the label Mascot Records.

GGM Studios copyright

 

ITA - Steve Lukather, dopo “All’s Well that Ends Well”, con il quale chiudeva un concept iniziato con il precedente“Ever Changing Times”, si lascia alle spalle un momento difficile della sua vita personale. “All’s Well that Ends Well” infatti, risente notevolmente del periodo particolare del mitico chitarrista californiano, con brani dai testi molto riflessivi, interrogandosi su un futuro alquanto incerto e dalle sfumature non ben definite. Con il nuovo capolavoro Luke, sembra aver ritrovato la svolta della sua vita, una pace interiore uscita finalmente con prepotenza, la tranquillità di accettare il presente con lo spirito di chi torna a vedere la luce con gli occhi incuriositi di un bambino. Il titolo dell’album, “Transition”, esprime già in sé tutto questo, un periodo finalmente spensierato, la transizione finalmente da un periodo oscuro ad una nuova vita. Il 2012 infatti, è stato un anno molto intenso e ricco di soddisfazioni per Luke, il quale ha trascorso gran parte della sua vita come sempre “on the road”, tra i tanti sold out del tour estivo dei Toto, e la soddisfazione di far parte del mitico G3 con gli amici di sempre Joe Satriani e Steve Vai. La fantastica annata poi ha visto il nostro Luke protagonista all’interno della Ringo Starr Band: dov’essere stato un sogno che si realizza per Steve, dal momento che ha sempre amato la musica dei Beatles, band di riferimento fin dalla tenera età. Ed è sempre “on the road”, durante questi ultimi lunghi mesi di fatica tra un palco e l’altro che nasce il nuovo album “Transition”, un vero e proprio spaccato di vita di uno dei più grandi musicisti di tutti i tempi. Si, musicisti, perché Luke non appartiene soltanto alla categoria dei chitarristi, ma è da considerare un musicista a tutto tondo, dal momento che l’ultimo capolavoro è scritto, suonato, cantato, prodotto, arrangiato dallo stesso Steve. E di altrettanti grandi musicisti ha avuto la genialità di attorniarsi per questo progetto, fondamentalmente gli amici di sempre, con i quali ha condiviso concerti, emozioni palchi in giro per il mondo come Gregg Bissonette, Chad Smith, Leland Sklar, Eric Valentine, Steve Weingart, John Pierce, Nathan East, Phil Collen. La produzione poi è stata condivisa con l’amico C.J. Vanston, un vero e proprio punto di riferimento negli ultimi anni per Steve.

L’album si apre con “Judgement day”, con un intro psichedelico dalle sonorità quasi alla Pink Floyd. La voce calda di Steve ci prende per mano fino ad arrivare ad un esplosivo ritornello ed a un solo di chitarra da brividi. La seconda traccia si intitola “Creep motel”, fondamentalmente un pezzo rock-blues alla Luke, la fusione delle esperienze Los Lobotomys e di No Substitutions con Larry Carlton: la tecnica, il gusto, la raffinatezza di un Luke più in forma che mai la fanno da protagonista ancora una volta; il finale accompagnato da un solo che potrebbe proseguire per ore, senza mai stancare! Arriviamo poi al lento: “Once again”. Il classico brano pop-rock melodico che ci invita a chiudere gli occhi, sognando un tramonto sullo sfondo senza fine, la vera serenità di cui si parlava in precedenza. Il quarto brano si intitola “Right the wrong”: chitarre, elettronica, cori, per riscoprire il nuovo volto di Steve. Fantastici i cori che fanno da bridge ad un solo mozzafiato! Si passa poi al primo dei due brani strumentali, “Transition”, che da il titolo all’album stesso. Pezzo dalle influenze prog-fusion, dove le chitarre di Luke si intrecciano alle sensazionali tastiere di Steve Weingart, sino a sfociare ad un coro finale inaspettato e ad un fraseggio di chitarra alla “Don’t stop me now” di “Fahrenheit”. Si passa poi a “Last man standing”, uno dei brani più belli dell’album, dallo stile molto radiofonico: potrebbe essere tranquillamente il prossimo tormentone che passa nelle nostre frequenze di tutti i giorni. I power chord energici di Luke dominano un groove di coinvolgenti percussioni. Il ritornello è uno di quei ritornelli da cantare a squarcia gola finché si ha forza in corpo! Le note del solo di Luke sono semplicemente da brividi, dalle influenze molto ……. molto Steve Lukather! “Do I stand alone” è il brano che forse rappresenta meglio il nuovo Steve’s style, un nuovo modo sbarazzino di esprimersi con la chitarra, ritrovando il gusto primordiale di suonare. “Rest of the world” è un'altra traccia rock-blues che si snoda attraverso un coinvolgente groove di scuola tutta Jeff Porcaro. L’album si chiude con una cover strumentale, “Smile” brano di Charlie Chaplin, dove la genialità di Luke, Steve Weingart e C.J. Vanston si fondono insieme in un profondo ricordo della madre di Luke, che amava questa canzone. “Transition” è da considerarsi uno dei migliori album di Steve, per i testi, gli arrangiamenti, le idee, e tutta la nuova linfa vitale espressa in ogni accordo, ogni solo di chitarra, ogni singola nota, del nuovo capitolo della storia intitolata “Steve Lukather”.

L’album sarà in uscita il 21 Gennaio 2013 per l’etichetta discografica Mascot Records.

GGM Studios Copyright

 

Ultimo aggiornamento Martedì 08 Gennaio 2013 23:53
 
STEVE LUKATHER - TRANSITION TRAILER PDF Stampa E-mail
Scritto da Domenico   
Venerdì 14 Dicembre 2012 15:07

 

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 14 Dicembre 2012 18:28
 
GGM AWARD 2012 "I NOMADI" PDF Stampa E-mail
Scritto da Andrea   
Domenica 02 Dicembre 2012 12:36

 

Il GGM Studios, Official Toto Italian FanSite, è orgoglioso di rivelare il nome della band che si è aggiudicata il GGM Award per l’anno 2012. Il premio quest’anno va ad una delle band più prestigiose del panorama musicale italiano, ovvero a “I NOMADI”.

La consegna del riconoscimento, per la loro sensazionale ed inarrestabile carriera, è avvenuta ieri 1 Dicembre in occasione del loro concerto di Brescia.

Lo staff del GGM Studios ringrazia e si congratula con l’intera Band e tutto lo staff de I Nomadi.

A breve potrete vedere anche il video della premiazione........continuate a seguirci!!!

Milano, 1 Dicembre 2012

GGM Studios Staff

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 24 Ottobre 2014 13:45
 
SPECIALE "SHG" 2012 PDF Stampa E-mail
Scritto da Domenico   
Lunedì 12 Novembre 2012 22:19

Ultimo aggiornamento Lunedì 12 Novembre 2012 22:31
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 10 di 52

Mp3 Player

Visit Counter

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter